in

Verona Pista ciclabile dall’Adige al Mincio

Il fiume Mincio

Inizia la bella stagione e una gita in bicicletta diventa stuzzicante. Gli itinerari, che attraversano la provincia di , (grandi buche, grandi opere, permettendo) sono molti.
Si è parlato in questi giorni di una pista ciclabile che collega l’Adige al Mincio. La ciclopista scorrerà sugli argini del Canale Raccoglitore, che taglia la pianura fino al Tartaro Tione. È stato firmato l’accordo fra otto Comuni del veronese (San Giovanni Lupatoto, Zevio, Buttapietra, Castel d’Azzano, Mozzecane, Vigasio, Villafranca e Povegliano), Provincia e Consorzio Agro veronese. Tuttavia mancano i finanziamenti per realizzarla.
In attesa… ecco una descrizione di un itinerario alternativo , Peschiera, , che parte dalla stazione FS di Porta Nuova.
Un percorso affascinante che attraversa le colline moreniche del veronese e poi il parco naturale del Mincio e si conclude nella città dei principi Gonzaga.
Uscito da Piazzale Venticinque Aprile prendi la strada sulla sinistra fino a raggiungere la ferrovia. Percorri via delle Coste, via Albere, via della Spianà. All’incrocio con via San Marco sottopassa la ferrovia, entra in San Massimo. Al primo semaforo svolta a sinistra e poi a destra per via Brigata Aosta. Prosegui per via Cason, Via Belvedere, via Ceolara, Via Rezzola. Entrato in Sommacampagna, sali verso la chiesa parrocchiale e dirigiti su via Guastalla. All’incrocio con via Monzambana svolta a destra e poi a sinistra per via San Rocco. Attraversata la località San Rocco, prosegui per Oliosi e su via Campagnarossa raggiungi Salionze, da dove scendi sull’alzaia del Mincio. Poco dopo la strada confluisce sulla pista ciclabile che proviene da Peschiera.
La strada passa sotto le fortificazioni scaligere di Monzambano e il castello di Valeggio. Arriva a Borghetto sul Mincio, villaggio caratteristico per i molti mulini ad acqua e per le rovine del ponte visconteo.
Dopo Borghetto si addentra nel Parco naturale del Mincio

(http://www.parcodelmincio.it/), prosegue fino a Pozzolo e continua lungo i canali della campagna mantovana fino a confluire sulle ciclabili che permettono di visitare a . Per il ritorno da partono treni per Milano, , Modena, Monselice, che trasportano anche le biciclette.

Un’alternativa al percorso descritto http://bicicletta.bonavoglia.eu/itinerari/mincio.html

  • Da Passo Resia a Mappa del percorso e indicazioni tecniche sul sito http://www.girolibero.it/viaggi.php?id=159
  • La pista ciclabile del Sole (dal Brennero a Napoli), percorso ideato dalla Fiab. http://www.fiab-onlus.it/andare/bamb5c.htm
    http://www.magicoveneto.it/bike/Ciclopista-del-Sole/Ciclopista-del-Sole.htm
  • Una panoramica delle piste ciclabili a
    http://www.piste-ciclabili.com/provincia-
  • È stata presentata in questi giorni la mappa con gli itinerari cicloturistici nella Provincia di , che si snodano su piste riservate alle biciclette e su strade a basso traffico e spesso sconosciute che collegano tra loro centri importanti e stazioni.
    Ideale per chi ama perdersi tra frutteti, vigneti e borghi medievali. Costa 8 euro e si trova in ristoranti, agriturismi e uffici turistici.
  • Un altro testo molto utile è , per scoprire la provincia di , collana “Antichi borghi e luoghi d’incantoArsenale Editore s.r.l., via Ca’ Nova Zampieri, 29 – 37057 San Giovanni Lupatoto (),
    www.arsenale.it

La città di vista dai laghi

Le foto sono tratte dal testo , collana “Antichi borghi e luoghi d’incanto” Arsenale Editore s.r.l.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

La privacy tra i banchi di scuola

Svastiche sui muri di Verona