in

Verona Via Biondella

Gli agenti della Polizia municipale hanno riscontrato in via Biondella 41 transiti contromano in 12 giorni (meno di 4 al giorno!).
I controlli sono scattati a seguito di alcune segnalazioni dei cittadini che lamentavano il fatto che il senso unico, recentemente istituito sulla via, venisse disatteso da molti automobilisti che violavano consapevolmente la segnaletica stradale.
I controlli proseguiranno nelle prossime settimane.
Sinceramente sono sorpreso da questi cittadini senza alcuna occupazione, che segnalano alla polizia delle persone che conoscono, altrimenti non saprebbero che violano ‘intenzionalmente‘ il codice stradale.
A loro vorrei segnalare alcune curiosità da scoprire in via Biondella per non annoiarsi tutta la giornata alla finestra.

Via Biondella si trova in Borgo Venezia. Il quartiere è detto anche Siè borghi (Sei borghi) perché suddiviso in sei zone. Il centro del quartiere è zona Porta Vescovo; a ovest zona Biondella, a ridosso delle Torricelle; a nord ovest zona San Pio X; a nord est zona Musicisti/S. Croce; a est zona S. Marco; a sud Borgo Trieste.

Forte Biondella – Verona

Via Biondella sale sulle colline di Verona, le Torricelle, così i veronesi chiamano le numerose fortificazioni austriache. C’è anche una fortificazione austriaca, ‘Forte Biondella’, costruita nel 1838. Il forte si presenta in ottime condizioni di conservazione. È collocato sull’altura denominata Biondella. L’opera di difesa incrocia i tiri con la rondella della Grotta e quella di Santa Toscana. Il versante orientale della collina, altrimenti indifeso, veniva così battuto a tiro radente dalle artiglierie del forte, impedendo all’eventuale nemico, proveniente dalla strada di Vicenza, di avvicinarsi alla cinta.
Con le sue quattro postazioni poteva battere la Valpantena e il piede della collina di S. Felice. All’interno, lungo la facciata, si trova il fosso diamante, necessario per tenere, durante l’ultima difesa dell’opera, gli eventuali assalitori, penetrati all’interno, lontani dalle feritoie.

Nella fortificazione si trova anche un piccolo museo, che conserva reperti bellici della Prima guerra mondiale. Parte del museo è dedicata al Maggiore Carlo Ederle, medaglia d’oro al valor militare.
Hanno la loro sede varie associazioni sportive veronesi.
Si sale al forte da via Biondella oppure da Porta Vescovo, prendi via Barana, al semaforo gira a sinistra e, attraversata via Carlo Cipolla, prosegui per via Francesco Caroto.
La fortificazione appartiene al parco della mura veronesi.
http://www.parcomuraverona.it/P5.htm
In via Biondella c’è anche un centro diurno per disabili, dove si svolgono attività molto interessanti.
http://www.centrodoncalabria.it/Aree/Sociale-Disabili/Centro-diurno-disabili/Centro-Diurno-Biondella/

Sulla Biondella, racconta lo storico veronese Giovanni Battista Da Persico, che fu podestà di Verona nel periodo del Congresso della Santa Alleanza (1822), l’abate Salvi fece le sue Osservazioni sulla Locuste grillajuole.

Nella foto Massimo Girotti in una scena del film ‘La finestra di fronte’ di Ozpetek e il forte Biondella.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Verona Concorso a premi sul tricolore

Il Re del Magnaron