in

Verona Il nuovo Polo chirurgico di Borgo Trento

Il nuovo polo chirurgico in costruzione

Oggi nell’area dell’ospedale di Borgo Trento viene inaugurato il grande polo chirurgico, intitolato al prof. Pietro Confortini, pioniere dai trapianti renali in Italia. L’imponente struttura è dotata di 33 sale operatorie, con una potenzialità operativa di circa 120 interventi chirurgici al giorno, 24 diverse specialità di area chirurgica, compresi i trapianti, con tecnologie di avanguardia.
L’inaugurazione oggi, 30 novembre 2010, alle ore 15, alla presenza di numerose autorità nazionali, regionali e locali.

Le origini degli Istituti Ospitalieri, oggi Azienda Ospedaliera di Verona risalgono ai primi anni del Cinquecento. Oggi l’azienda opera su due sedi: l’Ospedale Civile Maggiore di Borgo Trento e l’Ospedale policlinico “Gianbattista Rossi” di Borgo Roma. Il nucleo storico dell’Azienda è l’Ospedale di Borgo Trento la cui origine risale all’antico ospedale situato in piazza Bra e denominato Santa Casa della Misericordia.
Nel 1800 la Santa Casa della Misericordia era inadatta a soddisfare le esigenze sanitarie e sociali della città. Al suo posto fu individuato il convento di Sant’Antonio al Corso in via Valverde. Il Comune acquistò l’ex ospedale della Bra e lo fece demolire fra il 1819 ed il 1820 per realizzare al suo posto Palazzo Barbieri, sede attuale dell’Amministrazione Comunale.
Nel 1895 il cavalier Alessandro Alessandri destinava un lascito testamentario a un istituendo “Ospedale per bambini“, che fu costruito nella zona nord-ovest di Verona (attuale borgo Trento). Nel 1926 il Consiglio Ospitaliero acquistò l’area limitrofa all’Alessandri, per costruirvi un nuovo Tubercolosario, lasciando la sede del Chievo.
Si cominciava a delineare un nuovo Ospedale Maggiore “il quale fosse rispondente alle nuove necessità demografiche, al progresso della scienza e alle aumentate esigenze della tecnica sanitaria”. Negli anni successivi l’area fu completata con nuove costruzioni, servizi, cliniche, sale operatorie.

Cosa ne pensi?

Written by Redazione

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

È vietato la burda o il burqa?

Verona OcchiO ai prossimi passi!