in

Piazza Bra “La cuccagna dei furbetti e degli antichi mestieri”

Chi sono i furbetti a Verona? Lo rivela il sindaco Tosi: “I genitori dei bambini esclusi dal servizio bus per il mancato pagamento facevano i furbetti.” E aggiunge: “Una vicenda che aveva il diritto di restare privata.” Purtroppo ne parlano tutti. Il Sindaco di Verona ci informa in segreto che il ritardo nei pagamenti non è di una rata, come ha detto la famiglia interessata, ma ammonta a 2449 euro. L’assessore comunale all’istruzione, Alberto Benetti, in forma assolutamente privatissima, ci informa che uno dei componenti del nucleo familiare è un professionista che opera nel mondo della sanità (la moglie del sindaco Tosi, un primario, un dirigente, un caposala, un assistente alle pulizie, un portantino…?) e che quindi ha la disponibilità di reddito necessaria per pagare. Sappiamo dai giornali che le vittime sono due sorelline che frequentano la Scuola Materna Villa Are, Via Torricelle 6. Sappiamo quasi tutto. Aspettiamo l’opinione del Comitato Unicef di Verona.
Nel frattempo a Verona, nella confusione storica più totale, si festeggiano le Pasque veronesi 2010 dal 17 al 25 aprile. Qualche assaggio dell’incredibile programma finanziato da Erminia Perbellini, assessore comunale alla cultura e spettacoli.
Le porte della città vengono imbandierate esclusivamente con i vessilli storici del tempo!
Sabato 17 aprile 2010 Al mattino: attendamenti e bivacco di truppe nel cortile dell’Arsenale.
Ore 20.30 – Parata delle Venete Truppe per le vie cittadine. Partecipano cavalli da traino e cannoni del tempo, nobili e popolani, tamburini e trombettieri, rullanti con i rispettivi tamburi e trombettieri con le rispettive trombe e quindi il clero.
Da Domenica 18 aprile 2010 Accampamento in Cortile Mercato Vecchio di reparti veneti.
Ore 17 – Piazza delle Erbe Ricostruzione della battaglia fra truppe venete, popolazione veronese, artiglieri imperiali da un lato e truppe franco-giacobine di occupazione dall’altro. Ci saranno scambi di colpi a salve con armi ad avancarica e cannoni, scene di duelli all’arma bianca. Domenica 25 aprile 2010 alle ore 11 Nel giorno della capitolazione di Verona alle truppe francesi e della conclusione dell’insurrezione cittadina santa messa cantata in lingua latina e in rito romano antico in onore di San Marco, principale Protettore dei Veneti Domini.
Ma questi pazzi si scontreranno con i partecipanti alla Cuccagna dei sapori e antichi saperi allestita in piazza Bra?
La manifestazione è promossa dall’assessore alle attività economiche Enrico Corsi. Tre giorni dedicati alla scoperta dei sapori ma anche dei mestieri medievali tra cui la produzione della lana, l’utilizzo dell’uncinetto, l’impagliatura delle sedie, la battitura del metallo e delle monete.
Sono previsti anche spettacoli con sbandieratori, sputa fuoco, trampolieri, artisti di strada ed esibizioni dell’arte della falconeria. Non mancano i giochi per i bambini e la possibilità, per i presenti, di degustare il risotto all’isolana. Altri stand con i prodotti enogastronomici e culinari trovano spazio lungo il Liston.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Serata del Marketing Relazionale

La città degli orti anche a Verona?